...cosa meglio di questo quadro di Dalì esprime ciò che voglio rappresentarvi.../ ... what better than this Dali painting expresses what I want to represent you .....

mercoledì 12 gennaio 2011

.......una preghiera....profumata....

Exultat  di Maria Candida Gentile.....

L'arte sacra si esprime in tanti modi; con la pittura, con la scultura, con la musica ed il canto.....; ma qui signori, l'arte sacra ha trovato
una nuova via d'espressione nella profumeria d'autore.
Una creazione emozionante, significativa.
Io non amo molto il vetiver, quel suo odore terroso ed un po' liquido mi vien sempre da associarlo ad acqua stagnante; non è questo il caso, anzi, in questo contesto è usato in maniera esemplare a ricreare un chè di legno antico e prezioso.
La fragranza si apre con un vetiver reso luminoso da un accostamento a note esperidate di arancio ed ingentilito dalla violetta nel cuore, lasciando poco per volta spazio a note legnose ed incenso di fondo, il tutto ad "avvolgere" questo vetiver in una sorta di tulle fragrante e leggermente polveroso. Chiudendo gli occhi mi ritrovo in una cattedrale, dove per i preparativi alla festa del Santo Patrono, sono stati ripuliti e tirati a cera i mobili e le suppellettili di legno antico, intorno discreti addobbi floreali e, mentre s'intona un canto di lodi, l'incenso avvolge tutti questi sentori trasformandoli in un'unica fragranza. Una fragranza mistica, che infonde sicurezza e serenità, ecco come anche un profumo può essere una preghiera. Una preghiera creata da una "poetessa" del profumo, perchè questa è anche poesia.
Grande Maria Candida, e grazie a Mariangela che mi ha donato un po' di questo prezioso elisir.
Lo vedo bene indossato dalla donna manager che si distingue per personalità e sicurezza, che infonde serenità, che non ha bisogno di stupire, ma che si vuol far ricordare con piacere.
                                       Mauro
Posta un commento