...cosa meglio di questo quadro di Dalì esprime ciò che voglio rappresentarvi.../ ... what better than this Dali painting expresses what I want to represent you .....

martedì 20 dicembre 2011

Realtà svelate......

E' da troppo tempo che manco ai miei amati "post" olfattivi; questa è la giusta occasione per far conoscere
qualcosa di veramente speciale e fuori dalle righe.
Voglio parlarvi di una piccola (per ora) realtà che parte da ardente passione, arguzia, professionalità ed ingegno.

"Esperienze Olfattive" , un brand che parte da un blog,
un blog che parla di odori e profumi con cognizione di causa, con passione e professionalità; dietro a tutto questo c'è qualcuno che di odori se ne intende davvero;
è il Prof. Roberto DARIO.
Ho sentito le creazioni di questo appassionato alchimista ed è assolutamente necessario che certe prelibatezze siano condivise con altri appassionati di fragranze come me.
Partiamo con una serie di cinque fragranze di cui è protagonista indiscussa la mia adorata lavanda; la prima "Acqua di Lavanda" , favolosa, semplice e dolcemente agrumata con quel leggero tocco speziato della lavanda stessa, direi solo spighe di lavanda, leggera ed evanescente lascia sulla pelle un soffio talcato ed aromatico delizioso!
La seconda "Lavanda Fizz", dove la lavanda è illuminata da note di bergamotto ed amplificata da un cuore di neroli che la sostiene e l'accompagna senza mai sovrastarne l'estiva freschezza.
La terza "Fresca Lavanda", dove lavanda e menta cervina si sposano in un mix dall'effetto "risveglio" , si sentono anche note erbacee di cuore che non identifico, ma vi devo anche rammentare che il Sig. Dario usa, oltre ad essenze esclusivamente naturali, anche tinture aromatiche di produzione propria per cui ....inutile andare ad indagare oltre.... ; di fatto è una fragranza straordinaria, molto persistente, fresca, frizzante, succosa (fa venire l'acquolina.... quel che basta che forse la dovrei anche assaggiare?), rigenerante.
La quarta "Spicy Lavender", lavanda e.... una punta di pepe nero, la dolcezza di un tocco di coriandolo,forse un po' di lemongrass per dare una nota esperidata nel cuore; una fragranza moderna, giovane e sensuale che pizzica e stimola; forse sentendola potrebbe farvi venire in mente una nota fragranza di Lorenzo Villoresi, ma io non voglio fare paragoni....... vivo di emozioni e quelle che ho provato con "Esperienze Olfattive" sono degne di menzione.
La quinta "Lavanda d'Oriente", la più complessa, dove la lavanda si accosta, senza perdere mai le sue peculiarità di vivacità e freschezza che rimangono fortemente radicate, a resine e legni preziosi; ci sento note mielate nel cuore, seguite da una nota amara, mirra forse o cisto, noce moscata.....  e tutto quel che serve a creare un magico mix che evoca sete rosse, nere e oro; sicuramente una magnifica fragranza per una magica sera estiva.
A questa serie di fragranza dove la lavanda è la regina, si aggiungono ora altre due splendide creature; una luminosa, ariosa, leggiadra  "Attimi"  che profuma di campi estivi carezzati dal vento, di fresie (purtroppo non è possibile ricavare essenza dalle fresie, come anche dal mughetto; ma qui come per magia, viene ricreata) ed erba tagliata; una fragranza delicatamente fiorita, molto femminile..................Roberto non mi posso trattenere.... sei un genio, complimenti!!; l'altra  più ombrosa, introspettiva, ma che spazia su orizzonti infiniti ed immateriali, "A come...", un'orientaleggiante fiorito e delicatamente talcato, si apre con note fiorite e leggermente fruttate evolvendosi in una texture complessa e mielata ed adagiandosi su note ambrate che la rendono ricca e preziosa.... me lo immagino su una donna dalla carnagione scura, dai capelli corvini e dallo sguardo profondo.
Questa è una delle realtà che ho scoperto sul web; non esistono solo le grandi marche di grido che sgomitano a suon di spot (che per altro paghiamo noi anche per il 60% del costo del prodotto); ma anche queste nicchie...anzi forse non è più nemmeno giusto identificarle come "nicchie", bensì piuttosto come piccole "edicole" di campagna dove raccogliersi in estasi; dove primeggia la qualità degli ingredienti e la reale passione e maestria nel miscelarli a dovere per dar piacere ai nostri sensi.
Bravò a "Esperienze Olfattive", chapeau a  
Roberto DARIO.
                              Mauro

Posta un commento