...cosa meglio di questo quadro di Dalì esprime ciò che voglio rappresentarvi.../ ... what better than this Dali painting expresses what I want to represent you .....

venerdì 22 luglio 2011

.....l'essenza sottile della forza...

SHARIF, la nuova creazione di Salaam Attar,
la forza sottile di un uomo del deserto, un uomo nobile, fiero, risoluto e con una grande anima in sintonia con la natura e con i propri simili; questo e quello che ispira questa fragranza.




Una creazione calibrata, affascinante, misteriosa come gli occhi neri e profondi di un giovane berbero che scruta l'orizzonte del deserto. Un giovane uomo d'oggi con princìpi solidi, rivolto al futuro con grinta e tenacia nel rispetto dei suoi simili e del mondo che lo ospita.
La fragranza è un inno alla potenza misteriosa e "magica" di resine e legni preziosi, quelle essenze antiche che hanno fatto la storia del profumo, che hanno accompagnato l'uomo nei suoi rituali atti a rafforzare anima e spirito sin dai tempi più remoti.
Incenso, mirra, galbano; forse una leggera nota di basilico (erba dei re) e benzoino; e poi ambra a racchiudere in una scatola preziosa questo ben di Dio.
Le note d'apertura hanno forse un qualcosa di "medicinale",ma si evince da subito la classe e la reffinatezza; sulla muilette si evolve abbastanza velocemente lasciando spazio ad un cuore balsamico ed abbastanza "secco" (come il vento del deserto), ci sento eucalipto ed incenso; per evolversi ulteriormente in note di cuoio sfocianti in un'ambra appena dolce che piano piano diventa più fumosa e densa; e così rimane in tutta la sua regalità.
Anche sulla pelle provo la stessa sensazione, solamente il processo evolutivo è un tantino più rapido, ma non vuol dir nulla.
Quello che vi posso dire è che chi mi è stato vicino, da questa mattina a questa sera non è rimasto insensibile a SHARIF (la sua proiezione è ottima); l'unico peccato se proprio lo si deve dire, è la sua durata, che (essendo un profumo esclusivamente naturale) non è eccessiva; ma è sicuramente di secondaria importanza rispetto alla maestria della composizione ed alla piacevolezza di poter avere sulla pelle un'opera d'arte!


Complimenti vivissimi al compositore profumiere Sig. Dubrana.

Mauro
Vuoi saperne di più?CLICCA QUI 

4 commenti:

Alessandra ha detto...

Bello, conoscendo le crazioni del Sig. Attar e con una descrizione sensoriale come questa, non faccio fatica ad immaginare la magnifica potenza di questo profumo.
Alessandra

Mauro ha detto...

Grazie Alessandra,
il Sig. Dominique Dubrana ,alias Abdes Salaam Attar, crea fragranze stupende; ho sentito altre cose di cui parlerò in seguito; la peculiarità è che sono profumi esclusivamente naturali e quindi creati utilizzando anche essenze ed estratti particolarmente preziosi...e si sente.

eliana ha detto...

Sto "indossando" Sharif da due giorni e ho l'impressione che sia composto da un'alta percentuale di estratto di fava tonka. Sulla mia pelle risulta dolce, sin troppo. Non sento in modo particolare altre note, forse su di me non riesce ad esprimersi!
Mi ha un pò deluso.
Eliana.

Mauro ha detto...

Ciao Eliana,
il tuo commento mette in risalto un aspetto peculiare del Profumo, in special modo i profumi naturali; le essenze di cui sono composti entrano in simbiosi col nostro essere e possono risultare diversi da una persona all'altra, anzi spesso cambiano anche sulla stessa "pelle" da un giorno all'altro, in funzione del PH e quindi dei nostri stati anche emotivi ed emozionali. Provalo in momenti diversi, probabilmente avrai diverse sensazioni... poi.. non è detto che sia il "tuo" profumo pur restando una creazione, a mio avviso, di notevole impatto e maestria; ma questa è una mia opinione.
Su di me, per esempio, spiccano le note erbacee e cuoiate.... e mi piace proprio un sacco. :-)